I Food Trend del 2021 secondo RistoBusiness

Finalmente questo anno di merda sta per finire. Come sai, su questo blog non mi occupo di questioni generaliste e per questo non ti parlerò delle conseguenze della pandemia globale e di milioni di vittime in tutto il mondo. Mi concentrerò sulla ristorazione, forse il settore più sconvolto da questa situazione. Il vaccino si sta avvicinando e questo è un sollievo per tutti, ma non sappiamo ancora quanto siano cambiate le abitudini alimentari degli italiani, ora che hanno dovuto abituarsi al delivery e all’asporto per ragioni di forza maggiore. Perciò in questo articolo sui Food Trend 2021 (se sei curioso di rileggere quelli del 2020, clicca qui) non parlerò solo di cibo, ma anche di novità tecnologiche che potresti implementare nel tuo locale per farti trovare più preparato nel prossimo mondo post pandemia.

 

ROBOCHEF

 

Per quanto possa sembrare assurdo, i robochef sono pronti a soppiantare i cuochi in carne e ossa. Magari non succederà nell’arco di 5 anni ma, come dico sempre, è sempre meglio farsi trovare preparati ai cambiamenti futuri e, se il tuo modello di business lo richiedesse, potresti anche considerare di inserire una figura del genere in futuro.

 

Ci sono compagnie come Moley, Cooki e Chef Cui all’avanguardia in questo settore. Di recente, ad esempio, Moley ha creato un robochef esperto di cucina internazionale a cui basta la ricetta e le materie prime per preparare dei piatti di qualità eccellente.

 

Per capire gli innegabili vantaggi che potrebbe avere da un robochef un imprenditore nella ristorazione, guarda questo video dove il robot riesce a cucinare migliaia di burger consentendo all’azienda di fare dei prezzi “ammazza concorrenza”.

 

 

 

CIBO ED EMISSIONI DI CARBONIO

 

Negli ultimi anni si sono accumulate grandi evidenze sulla correlazione tra la produzione di cibo e le emissioni di carbonio. Anzi, sembra che una delle principali cause del cambiamento climatico risieda proprio nelle nostre abitudini alimentari.

 

E se è quasi impossibile convincere me a non essere carnivoro, le nuove generazioni hanno davvero a cuore l’argomento. Sicuramente un modello di business che si concentri su alimenti a basse emissioni di carbonio, come i prodotti stagionali o a km0, potrebbe risultare davvero vincente.

 

Considera anche questo: ci sono alcuni alimenti che impattano fortemente sulle emissioni di carbonio e che potrebbero andare a scomparire nell’arco di pochi decenni come la carne e il formaggio.

 

 

 

 

I FAST CASUAL STANNO VINCENDO

 

C’è un trend rampante negli Stati Uniti che sicuramente vedremo in Europa a breve: l’ascesa inarrestabile dei Fast Casual, capitanata da giganti come Panera Bread e Chipotle. I Fast Casual uniscono la qualità del cibo dei migliori ristoranti al modello economico tipico dei fast food, riuscendo a creare un circolo virtuoso di buona alimentazione che genera profitti da capogiro.

 

 

I vantaggi? Cibo buono a un prezzo iper concorrenziale. Quindi, se stai valutando nuove idee per un modello di business, lascia stare il fast food o il fine dining (e scappa come sempre dai Casual Dining, gli all you close) e punta al modello fast casual, che continuerà a crescere e inizierà a dominare il mercato italiano nei prossimi anni.

 

 

UPCYCLED FOOD

 

Anche questo è un trend che non devi assolutamente sottovalutare e che rientra nell’alveo della rivoluzione green che tutti stiamo sperimentando, ma vi si inserisce con delle caratteristiche ben definite.

 

L’upcycled food non è altro che cibo creato con scarti di prodotti alimentari di solito esclusi dal consumo umano, come barrette creati con scarti di lavorazione della birra o caramelle fabbricate con cibo scaduto.

 

In questo modo è possibile allungare la vita dei prodotti ed evitare il food waste, uno spreco annuo che nel mondo ammonta a 46,7 miliardi. Questa nuova categoria è già presente anche in Italia, anche se finora è davvero un settore marginale.

 

Potrebbe essere una bellissima idea differenziante per la tua prossima attività imprenditoriale nella ristorazione, pensaci.

 

 

DRONI FATTORINI?

 

Qui entriamo di nuovo in un ambito che sembra quasi essere fantascienza, come i robochef, ma attenzione: non credere che il futuro sia così lontano. Ti ricordi quando tutti parlavano di macchine elettriche e ora hai cominciato a vedere le pubblicità in televisione o magari hai già pensato di acquistare un’auto ibrida?

 

Le rivoluzioni, quando accadono, non te ne rendi subito conto. Tra qualche anno una cosa aliena come i droni che ci portano a casa il cibo potrebbero diventare una cosa normalissima.

 

Sai che Amazon ha già provato a sperimentarlo in alcune zone per le sue consegne, no?

 

Ad esempio Uber Eat negli Stati Uniti ha già fatturato 7,9 miliardi di dollari con la consegna tramite droni. I vantaggi, chiaramente, sono le tempistiche veloci e i costi bassi per i ristoranti.

 

Quindi tieni l’orecchio teso e quando un servizio del genere arriverà anche in Italia, sii subito pronto ad approfittarne.

 

 

 

Conclusioni

 

Qui si conclude la mia panoramica su quelli che saranno i food trend del 2021. Non ragionare da chef, ragiona da imprenditore e prendi sempre nota dei nuovi modelli di business. Perché il futuro della ristorazione sarà sicuramente diverso in un mondo post pandemia.

 

Il mio consiglio è sempre lo stesso: controlla il mercato, perché le occasioni sono sempre a portata di mano. Non hai bisogno di adottare per forza una novità trendy adesso, ma non devi farti sorprendere se un tuo concorrente lo farà.

 

E stai pronto, perché dopo una crisi ci sono sempre grandissime opportunità per quelli che hanno visione, fiuto e che sono capaci di cogliere l’attimo in un settore che tornerà a crescere a ritmi incredibili anche nel 2021.

 

L’inizio di un percorso?

Se sei incuriosito dal Metodo RistoBusiness (un brevetto Emiliano Citi), qui ti elenco gli step da compiere per iniziare il tuo Training da RistoImprenditore:

  1. Iscriviti al Gruppo Facebook e al Canale YouTube. Lascia i tuoi dati nel modulo qui sotto per accedere a consigli e offerte esclusive.
  2. Il secondo step, se sai che il tuo ristorante ha bisogno di essere rivoluzionato da capo a piedi, è il mio libro Il Tuo Ristorante è Morto.
  3. Se invece hai già compiuto tutti questi step, ti consiglio caldamente di iscriverti al Clan dei Ristoratore, la prima e unica membership di formazione dedicata agli imprenditori in ristorazione.

 

Facciamo i numeri

Emiliano

Te la senti di entrare nel Clan RistoBusiness?

Accesso a Offerte Esclusive, Nuovi Articoli, Video, Eventi… Usa la tua mail migliore o rischi di rimanere fuori!

4 risposte

  1. Buon giorno,

    ho letto l’articolo e sinceramente non mi e’ parso molto esaustivo, non voglio criticare non ne ho le capacita e competenze. Pero se mi si chiede una opinione mi sento di darla e di essere onesto anche se ripeto non ho le competenze e magari sicuramente l mia disan=mina e molto semplice;icistica. Ritengo che il trend del 2021 sia il cambio di mentalità cosa piu difficile da effettuare o da veicolare. Esistono realtà che da anni propongono soluzioni e modelli interpretativi ma soprattutto modelli economici e operativi nella ristorazione ma che per essere stati troppo precursori non hanno avuto la giusta attenzione. ora in questa rivoluzione pandemica stanno cominciando ad essere presi sul serio. Uno su tutti il metodo “Smart Kitchen” a cui sono legati altri sitemi di ristorazione, e che aprire una matriosca. Indubbiamente i modelli da Lei espressi nell articolo ne fanno parte di un cambiamento in atto e che va preso in considerazione.
    Chiedo scusa se sono stato forse troppo diretto.

    Le auguro una buona giornata

    1. Buongiorno Simon e prima di tutto, grazie per aver scritto la tua opinione in merito all’articolo. Chiaramente questo pezzo sui Food Trend 2021 non vuole essere una analisi esaustiva e definitiva su tutti i trend messi in moto dalla rivoluzione pandemia che stiamo attraversando, ma molto più semplicemente una mia visione divulgativa su 5 tendenze particolari e in qualche modo inedite che credo si riveleranno vincenti l’anno prossimo. Per quanto riguarda la “Smart Kitchen”, sicuramente è una tendenza da tenere in considerazione, anche se credo ci vorrà ancora un po’ di tempo prima di vederla affermarsi, soprattutto nel nostro Paese. Vedo più sulla cresta dell’onda il diffondersi di modelli di Dark e Cloud Kitchen, che davvero sembrano accordarsi con le difficoltà vissute da molti ristoratori durante la pandemia. Ad esempio, di Cloud Kitchen ne abbiamo parlato in questa diretta: https://www.youtube.com/watch?v=0oHkXOR-9Tc&t=5s&ab_channel=RistoBusiness

  2. Ho visto il format di Panera Bread, quanto secondo te (Emiliano) qui in Italia e anche più in generale in Europa e nel mondo le informazioni nutrizionali possono incidere sulle scelte del cliente? E quanto queste info (calorie e macro e micronutrienti) possono tornare comodi ai ristoratori nell’indirizzare le scelte dei clienti?
    Grazie
    Edmondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su google
Condividi su twitter

Ricevi gratis i primi due capitoli
del libro di Emiliano Citi

"Il Tuo Ristorante È Morto"